Ortodonzia

L'ortodonzia si occupa di prevenzione e trattamento delle malposizioni dei denti e dei mascellari ("Orto" = dritto; "gnato" = ossa mascellari; "donzia" = denti).

Le cure ortodontiche mirano a rendere possibile un normale e corretto funzionamento dell’apparato stomatognatico, mettendo in atto i mezzi terapeutici più idonei alla correzione delle eventuali anomalie presenti. Ovviamente l’ortognatodonzia ha valenze ed applicazioni differenti se vi sono problemi legati allo sviluppo delle ossa craniche in particolare e dello sviluppo del corpo in generale, quindi le terapie variano molto in relazione all’età dei pazienti.

Una visita precoce permette all’ortodontista di determinare come e quando è meglio intervenire per avere il massimo risultato nel minor tempo possibile.

Lo scopo di una visita così precoce è quello di valutare se sono presenti alterazioni delle relazioni anatomofisiologiche tra le arcate dentarie superiori ed inferiori o fra singoli denti o gruppi di denti (malocclusioni) e/o alterazioni dei rapporti scheletrici.

Si possono così individuare già nelle arcate decidui (quando sono ancora presenti i denti da latte) i segni premonitori decisamente evidenti di una futura malocclusione.

Gli obiettivi dell'ortognatodonzia sono:

  • Raggiungere un buon allineamento dei denti
  • Ottenere una efficiente funzione masticatoria
  • Raggiungere una buona estetica del sorriso
  • Ottenere e/o migliorare la salute dei denti e del parodonto
  • Mantenere nel tempo i risultati ottenuti

Tutto ciò è possibile mediante l’utilizzo di apparecchiature di vario tipo, che vengono posizionate ad hoc a seconda della tipologia del trattamento da effettuare e dopo aver effettuato un’accurata diagnosi a mezzo di foto del paziente, di radiografie, di analisi dei modelli virtuali della bocca del paziente.

Non esistono trattamenti standard, ma vengono sempre progettati grazie a uno studio diagnostico personalizzato.


Impronta digitale con lo scanner intraorale

Lo Studio Frassica ha adottato la nuova tecnologia di scansione tridimensionale delle due arcate dentarie superando l’uso del classico ben poco tollerato impasto che deve solidificarsi in bocca.

Mediante un manipolo specifico detto scanner, viene rilevata un’impronta di alta precisione di tutta la bocca, tramite delle scansioni laser ed ottiche che catturano in modo digitale ogni segmento.

Le immagini vengono subito elaborate dal software e visualizzate nell’immediato in versione tridimensionale consentendo al professionista di avere previsualizzazione immediata del trattamento ortodontico.
Infatti, nel giro di pochi minuti, il paziente potrà vedere il filmato della programmazione degli spostamenti dentali fino alla simulazione del risultato finale per apprezzare, già prima di iniziare, un trattamento ortodontico concluso alla perfezione e ultra personalizzato.

L’impronta digitale non prevede l’utilizzo di alcun tipo di radiazione, è veloce, indolore e “fotografa” ogni minima sezione della bocca nel dettaglio di forma e colore.